• Allestimento: filo refe, brossura
  • Anno: 2015
  • Formato: 21×29,7
  • Immagini: b/n e colori
  • ISBN: 9788898563289
  • Lingua: italiano
  • Pagine: 296
  • Editore:

Giuseppe Terragni a Roma

A cura di Flavio Mangione, Luca Ribichini, Attilio Terragni

FINALITÀ – Le opere romane permettono di delineare con efficacia la complessa figura di un architetto che sposò con determinazione la battaglia per l’avanguardia architettonica italiana. Schizzi ed elaborati grafici, rinvenuti grazie al prezioso sostegno dei principali istituti archivistici pubblici e privati, sono stati studiati da un punto di vista semiologico, compositivo, tecnologico e strutturale all’interno di un Laboratorio di Laurea della Facoltà di Architettura di Roma (Sapienza), svolto il collaborazione con la Fondazione CE.S.A.R. Onlus (Centro Studi Architettura Razionalista). Per ognuno dei dieci progetti proposti da Terragni per la capitale e mai realizzati, è stato elaborato un modello digitale tridimensionale che ha permesso di ricostruire, analizzare e soprattutto visionare gli spazi, l’impatto urbano, il linguaggio di opere che sarebbero potute essere capolavori assoluti della storia dell’architettura.

27,00
Condividi:
Flavio Mangione

“Flavio Mangione – architetto e docente di progettazione architettonica e urbana all’università “La Sapienza” di Roma.

Svolge da anni attività di ricerca sull’Architettura Razionalista italiana. È vincitore di concorsi internazionali di progettazione architettonica, e le sue attività culturali e progettuali sono state pubblicate su importanti riviste specializzate.

Luca Ribichini

Luca Ribichini – Membro della Commissione permanente per la tutela dei Monumenti Storici ed Artistici della Santa Sede è professore associato in Disegno, e attualmente ricopre l’incarico di Vicepreside della Facoltà di Architettura di Roma “La Sapienza”. Progettista, ha vinto ed è stato segnalato in diversi concorsi internazionali di progettazione.

Attilio Terragni

Attilio Terragni – dopo le lauree in ingegneria e architettura al Politecnico di Milano, è stato assistente e partner di Daniel Libeskind. Ha fondato Cityedge realizzando tra gli altri il progetto Citylife a Milano e il progetto Park life a Brescia. Attualmente insegna presso DIA a Dessau e il Master Pesenti al Politecnico di Milano. Al centro della sua attività di ricerca e progettazione c’è il tema della memoria del Movimento Moderno.”